Categorie

Le 3 cose più inquinanti che facciamo ogni giorno senza saperlo
01 GIU

Le 3 cose più inquinanti che facciamo ogni giorno senza saperlo

scritto da: Letto: 83 Commenti: 0

Oggi abbiamo una chiara consapevolezza degli effetti negativi dati dall’uso della plastica, delle emissioni di CO2 dell’auto e quelle per produrre la carne rossa; ma quante altre azioni compiamo giornalmente, a nostra insaputa, poco ecologiche?  

Ecco alcune abitudini inquinanti che facciamo giornalmente senza saperlo:

Fare shopping online

Miliardi di pacchettini di ogni dimensione ogni giorno attraversano gli oceani a bordo di aerei cargo e le pianure sui treni merci, arrivando direttamente nelle nostre case e nei nostri uffici. L’impatto di un solo click è devastante se si considerano i danni ambientali ed economici

Gli effetti collaterali sono numerosi e vanno dall’utilizzo della plastica degli imballaggi che è praticamente più del doppio rispetto ad un acquisto tradizionale alla quantità di carburante impiegato per trasportare il prodotto acquistato dal magazzino fino al nostro pianerottolo.

L’impatto maggiore sull’ambiente è dato sicuramente dalla consegna veloce o istantanea, una formula che permette di ricevere la merce acquistata in meno di 24 ore ma che richiede anche un dispendio di energia 3 volte maggiore rispetto alla consegna tradizionale. Così come il servizio di reso, ossia chi compra un prodotto online ha dai 30 ai 100 giorni per restituirlo gratuitamente. Ciò comporta che numerosi pacchi sono trasportati avanti e indietro, con il relativo raddoppio di CO2 nell’atmosfera.

Come contrastare l’impatto ambientale?

Aspettare qualche giorno in più per una consegna, ordinare meno online e comprare locale se si possono reperire gli stessi prodotti, acquistare più prodotti in una sola volta, potrebbero essere piccole ma fondamentali scelte per ridurre al minimo il nostro impatto ambientale.

Detergenti con microgranuli

Molti dentifrici, rossetti e scrub sono formulati con microgranuli, ossia microplastiche spesso invisibili a occhio nudo e impercettibili al tatto. La loro efficacia è praticamente inesistente ma sono potenzialmente pericolosi per la salute. Molti dentisti, infatti, sostengono che aumentino le probabilità di infezione perché tendono ad intrappolare batteri nelle gengive.
Pertanto, per contrastare l’inquinamento ambientale sarebbe utile privilegiare cosmetici e detergenti dichiaratamente senza microplastiche e senza imballaggi.

Chewing gum

Tra i rifiuti più inquinanti del pianeta vi sono le gomme da masticare, derivate dal polimero del petrolio, ossia, plastica. Si stima che in un anno siano oltre 560 mila le tonnellate di chewing gum abbandonate per strada e che per rimuoverle, il costo sia 10 volte superiore rispetto a quello impiegato per produrle.

Abitudini decisamente poco sostenibili ma che è possibile contrastare avendo a disposizione numerose alternative biologiche e naturali.

Articoli correlati

Scrivi commento