Categorie

3 cose che non sai sugli Omega 3
17 MAG

3 cose che non sai sugli Omega 3

scritto da: Annalisa Letto: 83 Commenti: 0

Gli acidi grassi omega 3 sono un tipo di grassi polinsaturi considerati essenziali per la salute del nostro organismo.
In nutrizione, per nutrienti “essenziali” s’intendono tutte quelle sostanze che il nostro organismo non è in grado di sintetizzare in autonomia quindi è necessario integrare con il cibo.

La struttura chimica degli omega3 è caratterizzata dalla presenza di molti doppi legami fra gli atomi di carbonio, ciò permette di inserirsi nelle membrane cellulare dei vari tessuti più fluidamente.

Una dieta sana e ben bilanciata è ricca di omega 3.

1 - Benefici

Gli omega 3 sono antiossidanti utili a migliorare la salute del cuore e riducono i livelli di trigliceridi e colesterolo.
Stando a recenti studi, sarebbero degli ottimi alleati anche in caso di patologie neurodegenerative come l'Alzheimer, la sindrome da deficit di attenzione-iperattività e l'asma.
L’azione antinfiammatoria di questi acidi grassi polinsaturi rende le arterie più elastiche, prevenendo così lo sviluppo di ipertensione.

Inoltre, introdurre la presenza di omega 3 nella dieta può migliorare il tono dell’umore, stati depressivi e ansia. E la loro azione antinfiammatoria appare utile anche in caso di problemi intestinali, come colite e intestino irritabile.

2 - In quali alimenti si trovano?

Ci sono alcuni cibi ricchissimi di omega3: pesce azzurro (ad esempio sgombro, sardine, alici), olio di pesce, frutta secca (mandorle, noci, pistacchi), soia, semi (di lino, di chia e di canapa). 

Può capitare che l’alimentazione possa non essere sufficiente a raggiungere il fabbisogno giornaliero, in questi casi, gli integratori appaiono irrinunciabili. 

L’assunzione di integratori appare particolarmente consigliata ai quanti seguono una dieta vegana o vegetariana; in caso di gravidanza e malassorbimento intestinale.

3 - Chi dovrebbe assumerli

L’assunzione degli omega 3 viene particolarmente consigliata:
- alle donne in gravidanza per la formazione del corretto sistema nervoso e degli occhi del bambino e perché riduce il rischio di parto prematuro;

- ai bambini, per la crescita e l’apprendimento;

- agli sportivi, per ridurre l’infiammazione muscolare dopo l’allenamento;

- agli anziani, per la prevenzione di malattie cardiovascolari e il mantenimento delle funzioni cognitive. 

Gli omega 3, in alcuni casi, possono aumentare il rischio di emorragie, pertanto si consiglia di evitarli durante le terapie farmacologiche che riducono la coagulazione del sangue.

Le persone più sensibili, potrebbero accusare mal di stomaco dopo l’assunzione di questi nutrienti dovuto al fatto che si tratti di un grasso che alcune persone hanno difficoltà a digerire. 

Scrivi commento