Categorie

Prepararsi alle allergie primaverili
24 FEB

Prepararsi alle allergie primaverili

scritto da: Farma Con Voi Letto: 98 Commenti: 0

Quando la stagione pollinica non è ancora alle porte, un soggetto allergico ha la possibilità di rivolgersi all'allergologo, per creare insieme un percorso preventivo o terapeutico, con l’obiettivo di limitare la manifestazione dei sintomi, spesso anche semplicemente evitando le cause che scatenano le reazioni, adottando quindi alcune misure per ridurre l'esposizione agli antigeni allergizzanti.

Prevenzione dei sintomi

L’allergia è fondamentalmente una risposta del sistema immunitario. Il primo passo è quindi quello di mantenerlo sano per evitare reazioni allergiche troppo forti: la salute del nostro sistema immunitario è associata a quella del nostro intestino, quindi assumere fermenti, nello specifico i Lactobacillus Paracasei, aiuta ad amplificare la risposta dell’organismo agli allergeni. Ad essi sarebbe bene affiancare i Bifidobacterium in modo da tenere l’intestino libero da scorie. Bisognerebbe assumerli almeno da un mese prima della comparsa dei sintomi

La detossificazione e il drenaggio epatico possono dare manforte, soprattutto perché gli agenti presenti nell’aria stimolano il il fegato e quando quest’ultimo è ricco di scorie e tossine, la reazione può essere più acuta all’arrivo delle allergie. Assumere sostanze come l’inositolo oppure l’acido-alpha-lipoico, per purificarlo, e in seguito drenarlo, con piante come il tarassaco, cardo mariano e la betulla.

Evitare cibi che portano ad un aumento di istamina o istamino-liberatori, quindi assumere meno formaggi fermentati, pesce grasso, crostacei, molluschi, salumi e insaccati, carne di maiale, cioccolato, fragole, agrumi e frutta in guscio. Essa è la sostanza diretta responsabile delle reazioni allergiche, durante le reazioni allergiche, i suoi livelli aumentano drasticamente portando a oculoriniti, asma, tosse.

Chi è allergico alle graminacee, deve fare attenzione anche alla farina di frumento presente negli alimenti, una graminacea che ha le stesse sostanze antigeniche presenti in quelle che respiriamo.

Buone abitudini

Ridurre lo stress: essere stressati porta ad un peggioramento dei sintomi e ridurre il consumo di alcolici, che possono essere causa di peggioramento dei sintomi a causa del loro contenuto di istamina.

Concedersi un sufficiente numero di ore di riposo notturno permette di alleviare i sintomi. Un frequente lavaggio nasale con acqua fisiologica, può ridurre la congestione nasale e lavare via muco e allergeni, responsabili dell’irritazione della mucosa.

Praticare una costante attività fisica: allevia i sintomi nel quotidiano, nella stagione allergica è ovviamente meglio evitare di praticarlo all’aria aperta.

Se vuoi approfondire l’argomento o hai bisogno di consigli, non esitare a contattarci. Il nostro team di professionisti è a tua totale disposizione.

Scrivi commento