Categorie

Sintomi e rimedi polmonite
30 DIC

Sintomi e rimedi polmonite

scritto da: Letto: 97 Commenti: 0

La polmonite è un'infezione dei polmoni, i cui sintomi possono durare dalle 3 alle 4 settimane. Ne esistono 3 tipi:

  • polmonite acquisita in comunità: contratta a causa di una infezione contratta al di fuori dell'ospedale;
  • polmonite acquisita in ospedale: contratta dopo un periodo trascorso in ospedale;
  • polmonite correlata alla ventilazione meccanica: contratta come conseguenza di intubazione endotracheale.

La polmonite si presenta più frequentemente nei mesi freddi, in una forma più grave in alcune categorie di persone quali gli anziani o i bambini.

Sintomi e diagnosi

I sintomi più comuni della polmonite sono:

  • febbre;
  • senso di malessere;
  • sudorazione e brividi;
  • perdita di appetito;
  • tosse, secca o grassa, con catarro a volte striato di sangue;
  • difficoltà respiratoria e/o fiato corto;
  • battito cardiaco accelerato;
  • dolori al petto, che si acuiscono con la respirazione o a causa della tossa;

In presenza di uno, o più, di questi sintomi è indicato un consulto dal medico, che ascolterà il torace con lo stetoscopio per individuare eventuali rumori che non sono prodotti nei polmoni in salute.

Quando si palesano sintomi più gravi, quali la respirazione accelerata, i dolori al petto o disorientamento, è bene recarsi direttamente ad un pronto soccorso.

Rimedi

Il trattamento della polmonite cambia in base alla gravità dei sintomi, al tipo di patogeno responsabile dell’infiammazione e allo stato di salute generale del paziente, che può rendere controindicato l’ausilio di alcuni farmaci.

Le polmoniti batteriche sono generalmente trattate con antibiotici, che vanno assunti per tutta la terapia indicata dal medico, anche se i sintomi vanno via dopo pochi giorni, al fine di ridurre il rischio di ricadute.

Nelle polmoniti virali la cura si limita spesso al riposo e alla profonda idratazione del corpo e, solo in alcuni casi, vengono prescritti farmaci antivirali.

Nei casi più gravi, potrebbe essere necessario ricorrere alla terapia respiratoria di supporto e al drenaggio dei versamenti pleurici di grandi dimensioni, e ad antidolorifici e antitussivi, per alleviare il dolore pleurico e la tosse; i medici raccomandano di assumere la dose minima necessaria, dal momento che la tosse è comunque utile per allontanare i microbi dai polmoni.

In generale, un riposo adeguato è fondamentale per la guarigione, oltre che per prevenire le recidive. Se la polmonite è grave, o se i sintomi non migliorano dopo 48 ore dall'inizio della cura, è bene, generalmente, eseguire una radiografia dei polmoni e anche degli esami aggiuntivi come l'esame microbiologico dell'espettorato e/o le analisi del sangue.

Se vuoi approfondire l’argomento, contattaci. Il nostro team di professionisti sarà lieto di rispondere alle tue domande.

Scrivi commento