Categorie

Tosse e raffreddore nei bambini
12 NOV

Tosse e raffreddore nei bambini

scritto da: Letto: 93 Commenti: 0

Raffreddori e infiammazioni delle alte vie respiratorie, come la tosse, sono tra le cause più comuni che portano i genitori dei più piccoli a consultare il pediatra, specialmente in autunno e in inverno.

Vediamo insieme come evitare tali eventi e, se già presenti, come curarli.

Prevenzione

Per prevenire questi tipi di disturbi, oppure quando i sintomi sono di lieve entità o, ancora, in presenza di un semplice principio di infiammazione, ci si può rifare ad alcuni principi naturali utili, come:

  • Specifiche formule balsamiche formulate con menta, mentolo ed eucalipto, ad azione rinfrescante e lenitiva.

  • Propoli, ad azione antimicrobica.

  • Il miele, dalle proprietà antisettiche, da assumere da solo oppure sciolto in un liquido caldo.

Sia in via preventiva che curativa, è bene eseguire una buona pulizia del naso, soprattutto per quel che concerne neonati e bambini molto piccoli, che non riescono a soffiare il naso da soli: la si può eseguire con soluzione fisiologica, acqua di mare sterilizzata, acqua termale o acqua di Sirmione.

Si tratta di prodotti reperibili in formato di fiale monodose oppure in flaconi nebulizzatori: dopoo il lavaggio è bene eseguire anche l’aspirazione del muco tramite pompetta oppure attraverso degli aspiratori nasali.

Rimedi

In via curativa, è possibile ricorrere agli aerosol con soluzione fisiologica e senza l’aggiunta di farmaci: basta procurarsi i moderni macchinari per aerosolterapia, che permettono di effettuare aerosol in poco più di qualche minuto.

Quando vengono adoperate gocce o spray nasali, in caso di raffreddore e naso chiuso, questi non devono esplicare un’azione vasocostrittrice, dato che sono sconsigliati ai bambini al di sotto dei 12 anni, dato che possono causare effetti collaterali anche gravi: per i più piccini è possibile scegliere prodotti specifici, indicati dal pediatra.

Pomate e unguenti sono efficaci per consentire al bambino di respirare meglio, anche se sconsigliati per i soggetti asmatici, mentre caramelle e pastiglie balsamiche a uso pediatrico vsono utili per lenire i disturbi del cavo orofaringeo, basta limitarne le dosi quando contengono zucchero.

In caso di raffreddore e tosse è bene evitare anche la somministrazione di spray cortisonici, mentre gocce e sciroppi mucolitici sono utili, ma vanno somministrati ai bambini al di sopra dei due anni e sempre sotto indicazione medica.

Il Paracetamolo va somministrato solo in caso di febbre alta, oppure quando il piccolo accusa dolori articolari, mal di testa, eccessivo nervosismo e malessere generale.

Se vuoi approfondire l’argomento, contattaci. Il nostro team di professionisti sarà lieto di rispondere alle tue domande.

Scrivi commento