Categorie

Camminare sui tacchi: istruzioni per l’uso
10 FEB

Camminare sui tacchi: istruzioni per l’uso

scritto da: Farma Con Voi Letto: 90 Commenti: 0

Sono le scarpe sensuali per eccellenza, ma anche le più scomode. Vi proponiamo allora una sorta di guida per imparare a camminare e diversi piccoli consigli che vi aiuterano a preservare la salute di vostri i piedi.

Come fare

Vi diamo di seguito una serie di consigli su come deambulare sui tacchi, con sicurezza e il giusto charme:

  • il movimento dei fianchi deve essere oscillante per meglio mantenere l'equilibrio;
  • la posizione della testa deve essere alta e con il mento all'insù, in maniera tale da dare stabilità alla colonna vertebrale;
  • le spalle devono essere rilassate e le braccia morbide;
  • poggiare il piede: secondo alcuni bisognerebbe poggiare prima il tacco e poi la punta, secondo altri bisogna poggiare direttamente tutto il piede. Secondo noi cambia da persona a persona. Un trucco può essere quello di alzare il ginocchio per meglio controllare la falcata.

Anche quando si ha una certa dimestichezza, bisogna evitare di andare in giro come se si indossassero un paio di scarpe da ginnastica, bisogna tenere sotto controllo costante la propria andatura, e fare attenzione a dove si mettono i piedi. Una distrazione può costare una slogatura.

Tacco e zeppa sì, ma quali?

In genere le migliori sono le suole spesse, di paglia o di sughero, perché garantiscono un comfort maggiore rispetto a quelle di legno. Ancor meglio le zeppe e le scarpe platform, purché siano di materiali che allevino il dolore.

Le scarpe con tacco a spillo sono le nemiche giurate dell'equilibrio, particolarmente quando bisogna camminare per tanto tempo oppure stare in piedi per lunghi periodi. In questi casi, i modelli con il cinturino aiutano il piede a rimanere saldo e immobile, dando alla caviglia e al tallone un po' di stabilità in più rispetto agli altri. I cinturini, infatti, riescono anche a prevenire che il piede si muova troppo, il che è un toccasana e scongiura la formazione di vesciche.

Ci sono tantissimi modi per allargare le scarpe in poco tempo e alleviare la tensione e il fastidio, questo però se esse sono create con materiali più morbidi e malleabili: pelli morbide, nylon, camosci e altri sintetici possono dare la possibilità di muoversi con molto più agio.

Un altro trucco che alcuni podologi suggeriscono è comprare scarpe che abbiano la pianta leggermente imbottita oppure provare i modelli a punta tonda.

Alcuni consigli

Un trucchetto può essere il comprare le scarpe dopo aver camminato parecchio, così da avere i piedi un po’ più gonfi del solito e scegliere la misura che fa per sé, dopodiché camminarci per un po' cercando di metterle alla prova.

Cercare di non stressare i piedi e alterna l'utilizzo di tacchi alti a scarpe basse e comode ma soprattutto ricordare di fare stretching a piedi, caviglie, talloni. Bilanciare sempre la propria andatura e infine, avere un paio di ballerine super flat in borsa. Al momento opportuno, saranno una salvezza.

Se vuoi approfondire l’argomento oppure porre qualche domanda, contattaci. Il nostro team di professionisti è a tua totale disposizione.

Scrivi commento